Il saluto del Sindaco

della Città di Locarno, Alain Scherrer.

Mi è cara l’occasione di questo evento festivaliero, organizzato da Imbarco Immediato, per esternare alcune riflessioni.

Innanzitutto desidero incoraggiare chi in tutti questi anni si è battuto e continua a battersi contro ogni forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale delle persone.

Il principio dell’uguaglianza non è solo un tassello fondamentale per la nostra civiltà, ma costituisce pure un impegno inarrestabile per le istituzioni e per ciascuno di noi. Togliere di mezzo gli intoppi che impediscono il pieno sviluppo della personalità umana è un’incombenza primaria, dalla quale deriva la qualità dell’esistenza civile e della stessa democrazia.

Le discriminazioni, le violenze morali e fisiche, non sono solo una struggente ferita ai singoli, ma offendono la libertà di tutti, minano la coesione sociale, condizionano la crescita civile. Dobbiamo incentivare il rispetto delle differenze laddove invece la diversità aizza reazioni intolleranti.

Contro la barbarie delle discriminazioni e delle violenze tanto è stato fatto, eppure il percorso da intraprendere è ancora lungo. È il cammino della libertà come pieno sviluppo dei diritti civili, nella sfera sociale come in quella economica, nella sfera personale come in quella affettiva. Libertà anche come responsabilità. È un’incombenza della società destabilizzare i pregiudizi dell’intolleranza ed erigere al loro posto una cultura che prenda a carico l’inclusione come obiettivo sociale, perché la piena affermazione di ogni persona è un valore inestimabile per ogni comunità.

Ing. Alain Scherrer
Sindaco di Locarno